Valutare l’efficacia degli interventi: il ruolo delle Fondazioni bancarie e la povertà educativa al centro della prima giornata di lavori

letture: 275

creato: 01 dicembre 2020

Si è conclusa con successo la prima giornata della conferenza internazionale “Le sfide della valutazione di efficacia nei servizi alle persone e alle famiglie” organizzata in modalità webinar dalla Fondazione Emanuela Zancan, dall'associazione internazionale IaOBERfcs e da Acri (Associazione di Fondazioni e di Casse di risparmio). Molti gli spettatori nelle prime sessioni della conferenza che, nel corso dei tre giorni, metterà in fila contributi di relatori da 4 continenti,  Australia, Nord America, Asia, Europa.

Nella prima parte della giornata odierna focus sul ruolo delle Fondazioni di origine bancaria: “Ne è emerso un quadro originale di come oggi esse affrontano i problemi del cambiamento sociale, nella consapevolezza che non possono produrlo da sole ma possono indicarlo, con le loro azioni pilota e anticipatrici” commenta il presidente della Fondazione Zancan Tiziano Vecchiato. Tra gli esempi positivi le iniziative di welfare generativo della Fondazione Cassa di risparmio di Biella, che ha mostrato la capacità congiunta di finanziare progetti e di valutare la loro efficacia. Particolarmente importante il messaggio portato dal presidente di Acri, che ha riferito di uno sforzo collettivo di oltre 80 fondazioni italiane sul fronte della valutazione di efficacia stimolando una responsabilizzazione diffusa sull'uso delle risorse.

Un secondo focus è stato dedicato alla lotta alla povertà educativa e alle azioni di contrasto messe in atto nel nostro paese. Su questo fronte a livello nazionale sono state investite molte risorse con una grande attesa di vedere risultati.

Quindi, è stata la volta dell'analisi delle buone prassi in materia di valutazione. “È emersa chiaramente la maggiore efficacia delle pratiche generative, con azioni che sono in grado di produrre benefici per le persone che ricevono aiuto e le loro comunità, moltiplicando gli effetti positivi. che a loro volta mettono a disposizione le proprie competenze, moltiplicando gli effetti positivi” conclude Vecchiato. Esemplare il contributo arrivato da Hong Kong su un progetto di ortoterapia per studenti fragili: “Il loro metodo di valutazione di efficacia ha considerato i risultati attesi e osservati, i benefici attesi e osservati, evidenziando come la valutazione di efficacia sia una palestra di socialità più inclusiva” ha concluso Cinzia Canali, direttrice della Fondazione Zancan.

© 2002-2021 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com