A Rovigo un corso di formazione per aiutare le persone in condizioni di povertà

letture: 3741

creato: 13 marzo 2012

TAGS: volontariato assistenza caregiver poverta

 

È iniziato ieri pomeriggio a Rovigo il corso di formazione Crisi economica e nuove povertà: il ruolo delle associazioni, realizzato dal Csv provinciale in collaborazione con la Caritas diocesana di Adria-Rovigo, rivolto ai volontari delle associazioni che si occupano di ascolto, accoglienza, aiuto alle situazioni di povertà. Il compito di aprire i lavori e introdurre il tema è spettato alla Fondazione Zancan, che ha presentato l’ultimo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia, curato insieme alla Caritas e intitolato «Poveri di diritti».
È stata l’occasione per fare il punto su un fenomeno che interessa fasce sempre maggiori della popolazione, senza eccezioni: giovani, anziani, lavoratori, famiglie, chiunque può finire in condizione di povertà, magari per la perdita del lavoro, per l’impossibilità di trovarne uno, per una separazione, per la difficoltà di accesso al credito (nel 2012 +46,3% di sofferenze bancarie per le famiglie, secondo la Banca d’Italia) o perché costretti a vivere con pensioni inadeguate (2,3 milioni di anziani sono a rischio povertà secondo l’Istat). Dovendo fare i conti con un quadro così delicato, il direttore della Fondazione Zancan Tiziano Vecchiato ha ribadito l’importanza di «partire dalle persone, di guardare i volti della povertà, non ragionando per categorie precostituite ma cercando di rispondere ai bisogni con soluzioni concrete, personalizzate, che vadano oltre la logica dell’assistenza». Vecchiato ha infatti ricordato l’importanza di «attivare le capacità personali, per consentire a chi è in condizione di bisogno di uscirne anche grazie alle proprie forze».
Anche il direttore del Csv Luca Dall'Ara ha sottolineato che «il fenomeno della povertà è cambiato: oggi colpisce sempre più la classe media ed è sempre più facile ritrovarsi in difficoltà economiche per svariate ragioni. I volontari sono quindi chiamati a operare con sempre maggiori competenze, per offrire, oltre all'aiuto materiale, prospettive per uscire da una situazione di difficoltà». Il corso, che proseguirà ogni lunedì fino al 14 maggio, prevede approfondimenti sul mercato del lavoro, sulle modalità di ascolto e orientamento, sulle dipendenze da droga e alcol. 

Sostieni l'attività della Fondazione E. Zancan con una donazione

© 2002-2021 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com