La genitorialità complessa: come individuarla, come aiutare nel rispetto dei bambini

letture: 3082

creato: 05 ottobre 2012

TAGS: famiglie valutazione infanzia esito

 

“La genitorialità complessa: come individuarla, come aiutare nel rispetto dei bambini” è il titolo del seminario organizzato dalla Bottega del Possibile in collaborazione con Fondazione Paideia, Fondazione Zancan e Asl TO3 di Collegno e Pinerolo. Il seminario si è svolto il 3 ottobre a Torino. Fabrizio Serra, Segretario Generale Fondazione Paideia e Mariena Scassellati Galetti, Presidente de “La Bottega del Possibile” hanno evidenziato gli obiettivi dell’iniziativa. Con quali modalità è possibile attivare opportunità di avvicinamento o ri-avvicinamento per mantenere o ricostruire legami familiari difficili o, addirittura, inesistenti? E ancora, esistono risorse della comunità locale del contesto naturale per far re-incontrare, per garantire nuovi strumenti di accompagnamento, di ascolto, di prossimità? A partire da queste domande, i relatori hanno presentato le loro esperienze di ricerca e di lavoro sul campo.
Cinzia Canali è intervenuta sul tema “Come valutare la genitorialità complessa” e ha presentato una matrice per l’analisi della competenza genitoriale. Lo strumento, nato dalla collaborazione con assistenti sociali di varie regioni, nasce con l’obiettivo di mettere a disposizione uno strumento “semplice”, facile da usare, “affidabile”, idoneo a garantire la conoscenza necessaria per decisioni non facili e per misurare i cambiamenti. Uno strumento, quindi, che sia utile nella quotidianità. Si inserisce all’interno del filone di ricerca che la Fondazione Zancan sta portando avanti con il nome “Zoom approach” (zooming on output and outcome measures). Con questo approccio gli operatori si impegnano nella verifica e nella valutazione passando dal generale al particolare, mettendo a fuoco una conoscenza nel dettaglio fino a stringere l’obiettivo “professionale” così da meglio mettere a fuoco i risultati attesi e i fattori osservati, fino alla valutazione di esito. 
Norma Perotto, pedagogista di Torino ha presentato un progetto sul sostegno alla genitorialità e Fiammetta Gullo, Alessandra Boggio e Umberto Fortina hanno simulato una sessione di mediazione familiare a sostegno di una coppia in crisi. Nel seminario si è discusso anche di come valorizzare le risorse della famiglia e della comunità locale (Dario Merlino), delle esperienze di sostegno ai genitori della Asl TO3 (Elena Vernero) e di Family Group Conference (Massimiliano Ferrua).
La ricchezza dei contenuti ha facilitato una sintesi unitaria identificando nella urgenza e importanza della valutazione un possibile punto di svolta nei servizi alle persone per meglio qualificarli e renderli capaci di affrontare anche i problemi complessi.
© 2002-2019 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com