Investire nell’infanzia è coltivare la vita. On line il primo quaderno

letture: 3354

creato: 11 febbraio 2013

TAGS: servizi infanzia internazionale poverta immigrazione

 

È on-line il primo Quaderno della serie “Investire nell’infanzia è coltivare la vita” elaborato nell’ambito del progetto “TFIEY Transatlantic Forum on Inclusive Early Years - Investire per lo sviluppo dei bambini che vivono in famiglie povere e/o immigrate”. 
Il progetto ha avviato uno scambio tra Europa e nord America per comprendere quali politiche, strategie, pratiche innovative possono incrementare le conoscenze e diventare servizio, anche evidence-based, cioè basato su evidenze scientifiche a vantaggio della prima infanzia (0-6 anni). L’attenzione è in particolare dedicata ai bambini poveri che vivono in famiglie a basso reddito e i bambini immigrati senza il necessario per crescere. Nel progetto vengono affrontate sei questioni: 1. L’accesso ai servizi per la prima infanzia, 2. La formazione degli operatori e le innovazioni da introdurre, 3. I servizi per l’infanzia e il coinvolgimento dei genitori, 4. Il multilinguismo e le appartenenze, 5. Il ruolo dei governi nazionali, le leve politiche, la decentralizzazione efficace, 6. I sistemi integrati: le priorità per il futuro.
Ogni tema è motivo di confronto tra le fondazioni che hanno avviato il progetto e gli esperti internazionali coinvolti. Lo sforzo italiano è di fare del progetto una preziosa opportunità per il nostro paese, considerando in parallelo con le attività internazionali i diversi temi e le loro potenzialità, grazie all’incontro e alla collaborazione di competenze multidisciplinari. 
I Quaderni contribuiscono al progetto con la conoscenza messa a disposizione da diverse fonti e banche dati e quella elaborata nelle attività progettuali. 
Nel primo Quaderno sul tema “Bambini poveri: chi sono, cosa chiedono, cosa ricevono” vengono collegate le condizioni di vita dei bambini e dei loro genitori (“chi sono”), con bisogni di cui sono portatori (nel titolo indicati con l’espressione “cosa chiedono”), per identificare le risposte attuali e potenziali, tenendo conto delle risorse a disposizione (se ne occuperà il Quaderno 2). I diversi fattori, integrati in un quadro unitario, possono aiutarci a costruire per l’infanzia un futuro diverso dal presente, ossessionato dai costi e così poco capace di coltivare la vita. 
I Quaderni sono scaricabili dal sito della Fondazione Zancan e dal sito della Compagnia di San Paolo che promuove il progetto a livello nazionale.
© 2002-2019 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com