Valutazione di esito e di impatto: una sfida di elevato interesse pubblico

letture: 2758

creato: 12 ottobre 2015

TAGS: valutazione esito

«In un momento di crisi e di possibile recessione dei sistemi di welfare, valutare l’esito e l’impatto sociale degli interventi è condizione strategica per ottimizzare l’utilizzo delle risorse, anzi per potenziarle, grazie al passaggio culturale da costi da amministrare a condizioni generative per investire potendo moltiplicare il rendimento». Lo ha detto il direttore della Fondazione Emanuela Zancan, Tiziano Vecchiato, intervenendo sabato all’edizione 2015 delle «Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile».

Vecchiato, prendendo parte alla sessione conclusiva dell’evento, ha sottolineato che «la valutazione di esito (sulle persone) e di impatto (sulla società) in campo sociale e sanitario non è normalmente praticata: ci si focalizza ancora sulla quantificazione delle prestazioni erogate piuttosto che sui risultati ottenuti. Si sta però progressivamente radicando la consapevolezza che la misurazione dell’esito e dell’impatto sociale è di elevato interesse pubblico, quindi non confinabile nella sfera della valutazione privata e settoriale. Proprio per questo le soluzioni a questa sfida sono bene comune da condividere su più vasta scala. Un punto di avanzamento è ad esempio la sfida proposta dalle raccomandazioni del gruppo europeo GECES sulla misurazione di impatto sociale».

«Le metodologie per misurare e valutare l’impatto ci sono - ha aggiunto -. In campo sociale e sanitario, in particolare, esistono evidenze che consentono di misurare con metriche diverse e tra loro integrabili. È possibile farlo anche quando i problemi sono complessi, senza dover ricorrere a valori proxy, cioè approssimativi, come ad esempio avviene con lo SROI e con strumenti affini adottati da enti finanziari per misurare l’impatto sociale. Perciò è necessario affrontare con più coraggio e competenze le sfide della valutazione di impatto, così che il bene reso possibile sia meglio quantificabile e socializzabile, anche per ricostruire sistemi di fiducia necessari per uscire dalla crisi». 

Sostieni l'attività della Fondazione E. Zancan con una donazione

© 2002-2021 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com