Le parole chiave della non autosufficienza

letture: 2419

creato: 19 novembre 2015

TAGS: non autosufficienza assistente sociale anziani

Promuovere attenzione globale ai bisogni e diritti della persona anziana, valorizzando le sue capacità e potenzialità, favorire la collaborazione tra culture professionali sociali, sanitarie, educative, ambientali a servizio delle persone anziane, sviluppare la ricerca di nuove soluzioni per migliorare il lavoro di cura, la valutazione di efficacia, gli approcci interdisciplinari”: è questo l’obiettivo principale della Associazione scientifica per l’invecchiamento attivo e le cure integrate PIACI. L’Associazione è nata nel 2010 su spinta di tre enti: l’Ordine nazionale degli assistenti sociali, il Gruppo di ricerca geriatrica Grg di Brescia e la Fondazione Emanuela Zancan di Padova. È a partire da questo obiettivo che PIACI mette in campo iniziative in diversi territori per dare valore al tema dell’invecchiamento attivo, all’interno di un dibattito costante con le altre professioni.

La Newsletter allegata è dedicata alle Parole chiave della non autosufficienza che sono ritenute fondamentali nel lavoro sociale. Sono parole che hanno una loro storia ma che continuano ad essere fondamentali per la costruzione di percorsi di aiuto innovativi. Le Parole chiave sono state illustrate e discusse nella giornata di studio sul tema “Scoprire nuove soluzioni qualitative, sostenibili, efficaci, integrate per la non autosufficienza” realizzata a Firenze il 16 aprile 2015, nell’ambito del 15° Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria. Le parole qualità, integrazione, sostenibilità ed efficacia sono state declinate nel lavoro sociale. Ognuna di esse rappresenta anche una sfida per tutti i professionisti che intendono attuarle nel lavoro quotidiano.

Con l’occasione segnaliamo l’incontro del prossimo 10 dicembre sul tema: “TEORIA, PRATICA E RIFLESSIVITÀ NEL SERVIZIO SOCIALE”. L’incontro si svolge a Padova dalle 14.00 alle 17.30 presso la sede della Fondazione Zancan. È previsto l’intervento della Prof.ssa Orit Nuttman-Shwartz, PhD, MSW, professore associato della School of Social Work at Sapir College in Israel (di cui è stata fondatrice e primo preside). Dal dicembre 2010 è Presidente del National Social Work Council in Israele e nel novembre 2014 è stata insignita del Yosef Katan Prize for Social worker dalla Israeli Federation of Social Work. L’incontro è coordinato da Elisabetta Neve, docente dell’Università di Verona e collaboratrice Fondazione Zancan. È prevista la traduzione. A breve il programma e i dettagli organizzativi. Per informazioni: ingridberto@fondazionezancan.it

Sostieni l'attività della Fondazione E. Zancan con una donazione

© 2002-2020 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com