1.

Primo Corso per Assistenti Sociali - SIGG

"Il lavoro per progetti personalizzati con le persone anziane: contributi e potenzialitá del servizio sociale professionale" é stato il tema del primo corso per assistenti sociali realizzato nell'ambito del 51° congresso nazionale SIGG (Societá Italiana di Gerontologia e Geriatria).
Le motivazioni sono state efficacemente rappresentate da Marco Trabucchi e Tiziano Vecchiato nella introduzione: la Sigg vuole essere uno spazio di confronto, ricerca ed elaborazione scientifica tra tutte le professioni che operano a servizio delle persone anziane.
Da qui le premesse per un dialogo di alto profilo a cui hanno contribuito Antonio Bavazzano, Maria Lia Lunardelli e Maurizio Corsi dal versante geriatrico e Milena Diomede Canevini, Alessandro Pompei, Anna Maria Zilianti e Gianmaria Gioga assistenti sociali, docenti in diverse universitá.
Ai lavori hanno partecipato anche Silvana Tonon Giraldo, che é presidente della commissione politiche della formazione dell'ordine nazionale degli assistenti sociali, e Lodovica Masini Luccetti, presidente dell'ordine degli assistenti sociali della Toscana.
Le questioni su cui si é lavorato: la gestione integrata degli interventi sociosanitari per le persone anziane, l'apporto dell'assistente sociale nella presa in carico integrata dei bisogni, gli strumenti e le metodologie per promuovere il lavoro per progetti personalizzati di assistenza, le condizioni necessarie per un accreditamento dei servizi che tuteli e promuova i diritti fondamentali delle persone anziane. Una attenzione costante é stata dedicata inoltre alla gestione delle istanze etiche nelle scelte professionali.
Le valutazioni positive dei partecipanti si sono concentrate su due aspetti: é stata molto apprezzata l'apertura di uno spazio di confronto così stimolante ed é stato richiesto alla SIGG di proseguire in questa direzione, in modo da renderlo un appuntamento stabile.
La presidente dell'ordine degli assistenti sociali della Toscana nelle conclusioni ha dichiarato la propria disponibilitá, anche a nome dell'ordine nazionale, a sviluppare un confronto sistematico su tutte le iniziative di ricerca e di sperimentazione emergenti dal territorio, utili a promuovere la valutazione di efficacia e più in generale la condivisione di esperienze utili ad aumentare il patrimonio dell'outcome based practice. Ha infine apprezzato che la SIGG abbia realizzato questa primo corso in collaborazione con la Fondazione «E. Zancan», da molti anni impegnata su questi temi.
2.

Convenzione con la Scuola Superiore Sant'Anna

La convenzione prevede l'impegno a realizzare:
- proposte progettuali di ricerca, sperimentazione e formazione a supporto di processi di innovazione e cambiamento;
- iniziative finalizzate alla creazione, alla specializzazione ed al consolidamento di competenze e professionalitá funzionali allo sviluppo e valorizzazione del sistema dei servizi alla persona e degli strumenti di sviluppo locale.
La Scuola Superiore Sant' Anna di Pisa é un istituto universitario pubblico, che opera nel campo delle scienze applicate e in particolare:
- Scienza sociali: Scienze Economiche, Scienze Giuridiche e Scienze Politiche;
- Scienze sperimentali: Scienze Agrarie, Scienze Mediche, Ingegneria Industriale e dell'Informazione.
Si pone l'obiettivo di sperimentare percorsi innovativi nella formazione e nella ricerca, per rispondere alle istanze di modernizzazione e di innovazione provenienti dalla societá.
Tra le iniziative previste vi sono:
- la specializzazione post-lauream di figure ad alto profilo professionale in grado di proporsi nel mercato del lavoro con competenze specialistiche;
- la promozione ed implementazione di processi di innovazione e qualificazione professionale ed organizzativa dei soggetti che operano nell'ambito dei servizi alla persone e dello sviluppo locale;
- l'accompagnamento e la supervisione agli enti ed organizzazioni pubbliche e private incaricate di compiti di programmazione, gestione e valutazione del sistema dei servizi;
- la promozione di iniziative di approfondimento scientifico e culturale delle tematiche inerenti i diritti di cittadinanza, lo sviluppo socioeconomico locale, le politiche territoriali;
- lo studio e la valorizzazione di modelli e strumenti innovativi per la realizzazione di sistemi di welfare e di sviluppo locale in contesti locali, europei ed extraeuropei.
3.

Ricerche concluse

Si é conclusa la ricerca "Sperimentazione sociosanitaria sulla continuitá assistenziale" , svolta in collaborazione con la Regione Abruzzo - Servizio Interventi socio-assistenziali.
L'obiettivo era di individuare soluzioni per garantire continuitá assistenziale alle persone non autosufficienti e per sostenere le famiglie che si prendono cura dei loro bisogni. Gli anziani, portatori di malattie cronico-degenerative, esprimono fortemente questi bisogni; a questo scopo il programma di ricerca e sperimentazione ha predisposto soluzioni per qualificare i percorsi integrati di cura e gli interventi di assistenza domiciliare integrata.
La sperimentazione si é svolta i 3 ambiti e 3 distretti sanitari della Regione Abruzzo per le patologie: demenza, frattura di femore, malattia oncologica, ictus, cardiopatia.

La ricerca "Strumenti Operativi per una Rete Integrata di Servizi Sanitari e Sociosanitari sul Territorio" conclusa a dicembre 2006, si é posta l'obiettivo di individuare, nella diversitá dei modelli organizzativi giá adottati dalle Regioni, principi e strumenti operativi comuni per lo sviluppo della rete dei servizi sociosanitari territoriali.
La sperimentazione, condotta in collaborazione con il Ministero della Salute, l'Agenzia per i Servizi Sanitari (ASSR) di Roma e la Fondazione Pfizer e terminata nel luglio 2006, ha coinvolto aziende sanitarie di 8 Regioni. Nella sperimentazione sono state arruolate molte persone con riferimento alle seguenti patologie: demenza, frattura di femore, malattia oncologica. Nel corso della sperimentazione é stato utilizzato un software S-P, strumento di valutazione multidimensionale, che gestisce i passaggi all'interno del percorso integrato (accesso, valutazione del bisogno, progetto personalizzato e trattamento, valutazione di esito).

Nell'ambito del progetto per la definizione della nuova legislazione sociale della Regione Abruzzo si é concluso lo studio di fattibilitá sul Fondo per la non autosufficienza.
4.

Gruppo di lavoro: "Gli strumenti di valutazione sociale"

Nel corso dell'anno 2006 é stato costituito un gruppo di lavoro con l'obiettivo di raccogliere, descrivere, classificare gli strumenti di valutazione del bisogno disponibili e utilizzabili da parte degli assistenti sociali, degli educatori e degli psicologi.
Il gruppo é impegnato in due percorsi paralleli: 1) Classificare gli strumenti di valutazione dei bisogni e degli esiti per gli interventi sociali: 2) Validare tre nuove scale sociali: Indice di copertura assistenziale, Scala di responsabilizazione, Livello di protezione nello spazio di vita.
5.

Ultima Pubblicazione: Vite fragili. Rapporto 2006 su povertá ed esclusione sociale in Italia

Il sesto Rapporto curato da Caritas e dalla Fondazione «E. Zancan», sulle tematiche del disagio e dell'emarginazione sociale in Italia, é suddiviso in tre sezioni.
La parte introduttiva fornisce le coordinate teoriche e concettuali dell'opera, con particolare riguardo ai recenti sviluppi della legislazione sociale dopo le modifiche del titolo V della Costituzione.
La seconda si sofferma su situazioni di fragilitá e vulnerabilitá sociale dei bambini in tenera etá e delle loro famiglie, concentrandosi in particolare su disagi specifici (per difficoltá legate alla provenienza da altri paesi, per situazioni di disabilitá, problemi nell'inserimento scolastico, nuove famiglie a seguito di separazioni e divorzi).
L'ultima sezione presenta i risultati di un'ampia rilevazione nazionale condotta sugli utenti dei Centri di ascolto della Caritas, e vi sono riportati dati statistici sull'utenza e uno studio qualitativo sui percorsi e le biografie di povertá.
Oltre a presentare dati inediti e aggiornati ed elementi di valutazione qualitativa su ciascuno dei fenomeni indagati, il Rapporto fa il punto sullo stato attuale dei servizi, e per ogni problema esaminato presenta proposte e soluzioni basate sul coinvolgimento comunitario. L'esposizione é arricchita da schede di approfondimento che riassumono esperienze di ricerca sul campo promosse da istituti specializzati, universitá, Caritas diocesane, organismi del volontariato e dell'associazionismo.

I contenuti del rapporto sono i seguenti:

Parte prima: Lo scenario di sfondo: coordinate culturali, fenomeni e tendenze delle politiche
Il posto dei poveri nel «discount culturale» del welfare, Domenico Rosati
Politiche contro la povertá, Tiziano Vecchiato
Messaggi poco sociali. L'ambiguo linguaggio della comunicazione sociale nell'etá contemporanea, Ferruccio Ferrante e Francesco Marsico
Lettura etica dei processi di impoverimento, Giovanni Nervo
Alcune considerazioni sulla tutela dei diritti sociali, Emanuela Rossi

Parte seconda: situazioni e dinamiche di esclusione sociale nelle famiglie con bambini
La scuola diseguale. Minori stranieri e rischi di esclusione, Graziella Favaro
Le ricadute della riforma della scuola sull'integrazione scolastica degli alunni con disabilitá, Salvatore Nocera
I bambini con più famiglie, Chiara Berti e Cinzia Canali
Famiglie e minori con gravi disabilitá intellettive, Gianmaria Gioga e Carlo Hanau

Parte terza: La povertá nei luoghi di ascolto
Gli utenti dei centri di ascolto: caratteristiche, bisogni e richieste, Francesca Levroni e Renato Marinaro
Percorsi di vita, tra fragilitá e risorse, Walter Nanni

6.

Anniversario della morte del prof. Alfredo Carlo Moro

Il 18 novembre 2006 si é celebrato il primo anniversario della morte del prof. Alfredo Carlo Moro. La Fondazione «E. Zancan», l'Associazione Italiana Magistrati per i minorenni e per la famiglia e il Comune di Roma lo hanno ricordato in un incontro a Roma.
In questa occasione sono stati presentati due volumi: "Politiche per l'infanzia e la famiglia", che raccoglie i contributi di A.C. Moro nell'ambito delle attivitá culturali della Fondazione «E. Zancan», edito dalla stessa, e "Una nuova cultura dell'infanzia e dell'adolescenza", che raccoglie gli scritti di A.C. Moro nell'ambito dell'Associazione Italiana Magistrati per i minorenni e per la famiglia, scelti a cura di Luigi Fadiga, edito da F. Angeli.
All'incontro sono intervenuti: Mariapia Garavaglia, Vice Sindaco Comune di Roma; Giuseppe La Greca, giá giudice Tribunale per i minorenni di Roma; Giuseppe Pasini, presidente della Fondazione «E. Zancan»; Maria Rita Verardo, presidente Associazione Italiana Magistrati per i minorenni e per la famiglia; Elda Fiorentino Busnelli, collaboratrice Fondazione «E. Zancan» e Luigi Fadiga, componente del consiglio direttivo dell'Aimmf e curatore del volume.
Ha concluso l'incontro Giovanni Nervo, presidente onorario Fondazione «E. Zancan». Ha coordinare Tiziano Vecchiato, direttore Fondazione «E. Zancan».
7.

Attivitá recenti

- 6 ottobre, Modena: Le politiche di sostegno alle famiglie con figli. Il contesto e le proposte. Primo convegno nazionale di studio e di confronto, organizzato dalla Fondazione Ermanno Gorrieri per gli studi sociali
- 27 ottobre, Pisa: Seminario di Studio "Il servizio civile tra stato e regioni". Bilancio e prospettive a cinque anni dalla legge n. 64/2001. In collaborazione con Regione Toscana e Centro Universitario di studi sul servizio civile (CISSC)
- 27-28 ottobre, Milano: Il futuro degli anziani. Congresso organizzato dall'Universitá degli studi di Milano, Cattedra di Gerontologia e Geriatria e dalla Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli e Regina Elena U.O. di Geriatria
- 10 novembre, Roma: Presentazione, assieme alla Caritas Italiana, del rapporto 2006 su esclusione sociale e cittadinanza incompiuta, dal titolo "Vite Fragili"
- 18 novembre, Roma: Giornata di studio in ricordo del professor Carlo Alfredo Moro, organizzato con l'Associazione Italiana Magistrati per i minorenni e per la famiglia e il Comune di Roma
- 22 novembre, Treviso: Presentazione del rapporto 2006 su esclusione sociale e cittadinanza incompiuta, dal titolo "Vite Fragili"
- 24 novembre, Padova: Giornata di studio sul testamento biologico. Organizzata dalla Struttura Interaziendale di Formazione e Progetti Internazionali, in collaborazione con, Ulss 16, Azienda Ospedaliera Universitaria di Padova e Fondazione Lanza
- 24-25 novembre, Roma: Nuovi ruoli del Volontariato e Istituzioni. Seminario organizzato dalla Consulta Ecclesiale degli Organismi Socio-Assistenziali. c/o Caritas Italiana
- 30 novembre 1 dicembre, Firenze: primo corso per assistenti sociali in collaborazione con la Societá Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG)
- 12 dicembre, Pisa: Seminario sulle azioni di formazione e sviluppo per la seconda fase della sperimentazione, organizzato assieme alla Societá della salute di Pisa
8.

Abbonamento 2007 Studi Zancan

L'abbonamento, per l'anno 2007, alla rivista «Studi Zancan. Politiche e servizi alle persone» é attivabile in diverse modalitá:
- cartaceo € 50,00;
- on line € 30,00;
- on line + cartaceo € 60,00.
La quota va versata sul c/c postale n. 12106357, intestato a:
Centro studi e formazione sociale Fondazione «E. Zancan» Onlus. Via Vescovado 66 - 35141 Padova.
La richiesta può essere effettuata inviando un'e-mail all'indirizzo segreteria@fondazionezancan.it o un fax al numero 049 663013, indicando i propri dati: nome e cognome, indirizzo, e-mail (facoltativo).
Gli abbonati 2007 riceveranno un cd-rom con 46 volumi in formato digitale tratti dalla Collana «Documentazione sui servizi sociali», edita dalla Fondazione «E. Zancan». Si tratta di un progetto di digitalizzazione del patrimonio culturale che la Fondazione ha elaborato nel corso delle sue attivitá. L'obiettivo é la realizzazione di un archivio elettronico tematico finalizzato a raccogliere le pubblicazioni relative a studi sui servizi e le politiche sociali, sanitarie, sociosanitarie, educative. L'archivio diventerá un punto informativo di riferimento e di accesso alle risorse per gli studiosi del settore e non solo per rendere facilmente accessibile, tale documentazione.
Il catalogo delle pubblicazioni e gli indici della rivista sono consultabili su: www.fondazionezancan.it/pubblicazioni
9.

Chiusura Natalizia

Il Centro di documentazione sulle politiche sociali sará chiuso dal 27 dicembre all'8 gennaio é aperto nei giorni: mercoledì (14.00-17.00), giovedì (9.00-12.00 e 14.00-17.00), venerdì (9.00-12.00).
É accessibile via internet: www.fondazionezancan.it/centro_documentazione

Auguriamo a tutti un sereno Natale e un felice 2007

Newsletters

Sostieni l'attività della Fondazione E. Zancan con una donazione

© 2002-2019 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com