1.

Sito internet

Il sito internet della Fondazione Zancan si é rinnovato: nella veste grafica ma anche nella struttura e nei contenuti. Nella nuova versione del sito, all'indirizzo internet www.fondazionezacan.it, sono presentate tutte le pubblicazioni della Fondazione Zancan, la newsletter, gli appuntamenti in programma; é predisposto un apposito spazio per gli abbonati on line alla rivista «Studi Zancan». Inoltre, presto sará possibile effettuare on line anche la ricerca bibliografica sui materiali messi a disposizione presso il Centro di documentazione sulle politiche sociali della Fondazione. Il sito www.fondazionezacan.it é accessibile alle persone disabili.
2.

Martedì culturali 2005

Riprendono i "Martedì culturali" con il seguente calendario:
- 10 maggio: Il pronto intervento sociale: dagli auspici alle soluzioni praticabili
- 17 maggio: L'integrazione degli immigrati nelle scuole dopo la riforma scolastica
- 24 maggio: La povertá a livello locale e regionale: come conoscerla e come affrontarla
- 31 maggio: Accreditamento, qualitá dei servizi, tutela dei diritti delle persone più deboli
- 18 ottobre: Progetti di prossimitá e di solidarietá tra famiglie: esperienze e strategie a confronto
- 25 ottobre: Modelli di lavoro sociale a confronto: contenuti del dibattito sul servizio sociale e prospettive
- 8 novembre: La valutazione di efficacia dei servizi per l'infanzia e la famiglia
- 15 novembre: Le professioni sociali: prospettive, problemi e possibili soluzioni
Gli incontri si svolgono dalle ore 15.00 alle ore 18.00 presso la sala Polivalente del Comune di Padova, in via Diego Valeri 17.
3.

La convenzione quadro con l'Ulss 16 e l'Azienda Ospedaliera di Padova

La Fondazione E. Zancan ha stipulato con l'Azienda Ulss 16 e l'Azienda Ospedaliera di Padova una convenzione quadro per una collaborazione in materia di sviluppo di nuove metodologie gestionali nei servizi sanitari e sociosanitari. Nell'ambito di tale convenzione sono stati avviati due progetti.
Il primo é un progetto di sperimentazione per lo sviluppo di buone prassi per la valutazione multidimensionale e la definizione di progetti assistenziali integrati. Il progetto é rivolto a operatori dell'Azienda Ulss e dei Comuni che sviluppano competenze sui temi: i problemi e le opportunitá di salute, la qualitá della presa in carico, il lavoro integrato, i ruoli professionali, il progetto personalizzato e la qualitá dell'Uvmd. Il percorso é strutturato in 5 moduli che coinvolgono complessivamente circa 120 operatori (assistenti sociali, medici, infermieri).
Un ulteriore progetto mira alla definizione delle condizioni di efficacia degli interventi per persone in situazioni multiproblematiche. Il gruppo di lavoro é composto da responsabili della Unitá Operativa Disabili Adulti, del Servizio Psichiatrico, del Dipartimento delle Dipendenze, dell'area Alcologia della Clinica Psichiatrica, della direzione dei Servizi Sociali e del Distretto 5 (che coordina il gruppo per la Azienda Ulss). Il gruppo di lavoro é composto anche da responsabili dei comuni di Abano Terme, Padova, Mestrino e Ponte San Nicolò
6.

Pubblicazione: Livelli essenziali di assistenza in Provincia di Piacenza. Indicazioni da un percorso di ricerca

E' uscito il volume "Livelli essenziali di assistenza in Provincia di Piacenza" curato dalla Provincia di Piacenza - Osservatorio Provinciale delle Politiche Sociali e dalla Fondazione «E. Zancan».
Il testo fa sintesi del percorso di ricerca realizzato, evidenziando come l'offerta dei servizi alle persone e alle famiglie é distribuita nel territorio provinciale, come risponde ai bisogni, se e in che misura soddisfa criteri di equitá e giustizia distributiva, se e come la spesa implicata é, in prospettiva, sostenibile dalle diverse istituzioni interessate.
Il volume é così articolato:

Presentazione
Livelli essenziali di assistenza e servizi alle persone (Tiziano Vecchiato)

Parte prima. Analisi dei livelli di spesa e di offerta (Walter Nanni e Paola Schiavi)
Introduzione metodologica
I. L'investimento economico per i servizi alle persone in Provincia di Piacenza: uno sguardo d'insieme
II. Analisi per aree di intervento
Area anziani (Le risposte domiciliari; Le risposte intermedie; L'accoglienza residenziale)
Area minori (Premessa; Le risposte domiciliari; Le risposte intermedie; L'accoglienza residenziale)
Area problematiche familiari (Premessa; Le risposte domiciliari; Le risposte intermedie)
Area disabili (Premessa; Le risposte domiciliari; Le risposte intermedie; L'accoglienza residenziale)
Area Dipendenze (Premessa; Le risposte intermedie; L'accoglienza residenziale; Note conclusive)

Parte seconda. Percorsi di accesso ai servizi (Alessandro Pompei)
Premessa
I requisiti essenziali per l'accesso al sistema dei servizi sociali e sociosanitari (Analisi dei percorsi; Analisi e valutazione dei processi di accesso; Requisiti essenziali per la presa in carico)
Il livello essenziale professionale e il lavoro per progetti
Analisi dei processi per la presa in carico (Sintesi dei requisiti essenziali del processo d'aiuto rilevati)

Riferimenti bibliografici

Riflessioni e prospettive di lavoro (Antonella Dosi e Tiziano Vecchiato)
4.

Convegno: Nuove povertá nella societá dell'incertezza

Il 23 marzo a Padova (presso: Multisala Pio X, via Bonporti 22) si terrá un convegno sul tema "Nuove povertá nella societá dell'incertezza".
Nel convegno, organizzato da Cgil, Cgil-Spi, Auser-Veneto e Fondazione "E. Zancan", verrá presentato e discusso il rapporto sull'esclusione e cittadinanza incompiuta "Vuoti a perdere" curato da Fondazione e da Caritas Italiana (edizioni Feltrinelli).
8.

Iscrizione 2005 alla Associazione Internazionale sulla valutazione di esito

Le quote di iscrizione alla "International association for outcome-based evaluation and research on family and children's services" per l'anno 2005 sono di € 50,00 per l'iscrizione individuale e di € 250,00 per l'iscrizione di enti. L'associazione ha lo scopo di promuovere una cultura della valutazione degli interventi per l'infanzia e la famiglia, in particolare per:
1. promuovere la ricerca transnazionale e il confronto tra teorie, metodi e tecniche per la ricerca e la valutazione di esito,
2. facilitare lo scambio di esperienze e di conoscenze su questi temi attraverso incontri e seminari internazionali, utilizzando pubblicazioni e la tecnologia su web,
3. condurre ricerche e studi sulla valutazione di esito,
4. divulgare i risultati delle ricerche e delle sperimentazioni.
Le richieste di adesione vanno inoltrate al Consiglio di amministrazione dell'Associazione presso la sede della Fondazione "E. Zancan".
5.

Convegno: La valutazione degli outcome in geriatria

Il prossimo 20 aprile, a Padova (Sala Rossini, Caffé Pedrocchi), é in programma un convegno sul tema "La valutazione degli outcome in geriatria".
Nell'ambito del convegno, accreditato ai fini ECM per i medici, sono previsti gli interventi di: Marco Trabucchi, presidente Societá Italiana di Gerontologia e Geriatria, Maria Lia Lunardelli, direttore unitá operativa di geriatria dell'Azienda Ospedaliera di Parma, Ferdinando Anzivino, direttore di Struttura Complessa di Geriatria e di Ortogeriatria dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, Diego De Leo, direttore dell'Australian Institute for Suicide Research and Prevention, Antonio Bavazzano, primario U.O. di geriatria dell'Az. Usl 4 di Prato, Tiziano Vecchiato, direttore della Fondazione.
7.

Pubblicazione: La persona al centro, nel servizio sociale e nella societá. Il contributo di Elisa Bianchi all'elaborazione teorica del servizio sociale

L'ultima pubblicazione della Fondazione "E. Zancan", curata da Paola Grigoletti e Giovanni Nervo, delinea, in modo documentato, la figura e l'opera di Elisa Bianchi (membro del consiglio d'amministrazione della Fondazione "E. Zancan" e docente dell'Universitá di Verona) nell'ambito del servizio sociale e dell'azione sociale cui ha dedicato tutta la sua vita.
Nella prima parte del volume si presentano una serie di testimonianze di persone che hanno potuto utilizzare la sua preziosa collaborazione o hanno condiviso con lei l'attivitá didattica e di studio.
La seconda parte contiene un'antologia di testi prodotti da Elisa Bianchi in varie sedi e in diverse occasioni. I testi sono raggruppati in tre filoni: principi e valori, dai principi al metodo, gli ultimi.
Ambedue le parti del volume sono una preziosa documentazione storica del cammino compiuto in Italia dal servizio sociale nell'elaborazione di valori, metodologie e tecniche su cui si fonda la professione dell'assistente sociale e possono insieme offrire alle sedi formative, sia di formazione di base sia di formazione permanente, preziosi contenuti valoriali e metodologici. La pubblicazione costituisce anche un significativo contributo alle sedi universitarie in cui si formano oggi gli assistenti sociali perché possano recepire il ricco patrimonio di elaborazione culturale e di produzione di strumenti metodologici che le scuole di servizio sociale, in quasi cinquant'anni, senza alcun riconoscimento giuridico e ufficiale, hanno prodotto e sperimentato, in un percorso in cui Elisa Bianchi é stata ispiratrice, operatrice e protagonista.
9.

Abbonamento 2005 "Studi Zancan"

L'importo dell'abbonamento per il 2005 alla rivista «Studi Zancan» rimane invariato: abbonamento cartaceo € 46,00; abbonamento on line € 30,00; abbonamento completo (on line e cartaceo) € 56,00, da versare sul c/c postale n. 12106357 intestato a: Centro studi e formazione sociale Fondazione «E. Zancan» - Via Vescovado, 66 - 35141 Padova.

In omaggio agli abbonati del 2005 40% di sconto su tutti i volumi editi dalla Fondazione Zancan e acquistati nel 2005.

Per consultare il catalogo delle pubblicazioni: www.fondazionezancan.it/pubblicazioni
Per informazioni:
- e-mail fz@fondazionezancan.it
- tel. 049-663800
- fax 049-663013

Newsletters

Sostieni l'attività della Fondazione E. Zancan con una donazione

© 2002-2019 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com