1.

Terza edizione del corso di alta formazione
«La direzione dei servizi sociosanitari»

Assieme alla Scuola Superiore di studi universitari e di perfezionamento Sant'Anna di Pisa e la Regione Toscana, Dipartimento del Diritto alla Salute e delle Politiche di Solidarietá, si organizza la terza edizione del Corso di alta formazione «La direzione dei servizi sociosanitari». Il corso si svolgerá da marzo a ottobre 2006, presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, per una durata complessiva di 115 ore.
I numerosi interventi che negli ultimi anni hanno ridisegnato a livello normativo le competenze e le relazioni tra i diversi livelli istituzionali, unitamente alle riforme del servizio sanitario, dell'assistenza sociale e dell'integrazione sociosanitaria, rendono il momento attuale da un lato carico di incertezze sull'esito di tale processo riformatorio complessivo, dall'altro ricco di aspettative e di speranze per un assetto più efficace nell'erogazione dei servizi alla persona. Si rende sempre più necessario, dunque, un adeguato supporto di strumenti formativi, capaci di rispondere in modo adeguato alle mutate esigenze sia di ordine organizzativo che di qualitá e adeguatezza degli interventi.
Il corso «La direzione dei servizi sociosanitari» é finalizzato allo sviluppo di competenze manageriali da investire nell'area dei servizi alle persone, tenendo conto delle innovazioni introdotte dal d.lgs 229/99, dalla nuova disciplina della dirigenza, dalle modifiche al titolo V della parte seconda della Costituzione. Possono partecipare dirigenti e funzionari operanti all'interno di aziende sociosanitarie, amministrazioni regionali ed enti locali che abbiano maturato un'esperienza almeno triennale nella gestione dei servizi sanitari o sociosanitari. Gli obiettivi del corso sono: aggiornare gli operatori con riferimento ai nuovi elementi strutturali, di organizzazione e di erogazione dei servizi del sistema sociale; supportare iniziative di supervisione professionale e consulenze; formare i componenti delle segreterie tecniche; qualificare il personale impegnato in funzioni di responsabilitá e direttive dei servizi a livello distrettuale o di azienda sanitaria.
I partecipanti al corso saranno selezionati sulla base del curriculum vitae e di un eventuale colloquio. La domanda di ammissione dovrá pervenire entro e non oltre il 28 febbraio 2006: il bando di concorso e il modulo per la domanda di ammissione sono reperibili sul sito http://www.sssup.it. Per ulteriori informazioni: Segreteria Alta Formazione, tel. 050882629.
Al termine dell'attivitá formativa la Scuola rilascia un diploma di partecipazione a quanti abbiano frequentato con profitto almeno il 70 per cento delle lezioni.
2.

Martedì culturali

I «Martedì culturali» quest'anno tratteranno i seguenti argomenti:

1. La continuitá genitoriale nei casi di famiglie separate e famiglie ricostituiite
9 maggio
2. Effetti esistenziali e psicologici della flessibilitá del lavoro sui giovani. Risultati di una ricerca multiregionale
16 maggio
3. Promozione del servizio civile: responsabilitá della formazione
23 maggio
4. Servizi e famiglie con disabilitá: quali rapporti?
30 maggio
5. Valutazione dei risultati e della soddisfazione nei servizi di salute mentale
17 ottobre
6. Politiche per la famiglia: confronto fra scelte regionali
24 ottobre
7. Donne e welfare
7 novembre
8. Il rapporto 2006 sulla esclusione sociale in Italia
14 novembre

Gli incontri si svolgono dalle ore 15.00 alle ore 18.00 presso la sala Polivalente del Comune di Padova, in via Diego Valeri 17.
Segreteria organizzativa: Fondazione «E. Zancan» - Via Vescovado, 66 - 35141 Padova - tel. 049 663800 - fax 049 663013 - e-mail: fz@fondazionezancan.it
3.

Prossime pubblicazioni

Effetti esistenziali e psicologici della flessibilitá del lavoro
É in corso di pubblicazione un volume con i risultati di una ricerca qualitativa sugli effetti esistenziali e psicologici della flessibilitá del lavoro svolta in collaborazione con la Facoltá di Psicologia, Dipartimento di Scienze dell'Educazione, dell'Universitá di Bologna.
L'obiettivo della ricerca era di capire cosa comporta oggi, a seguito della legge Biagi, lavorare in una societá instabile e quali sono gli effetti del lavoro precario sulla vita personale, familiare e sociale.
Il volume prende in esame mercato del lavoro e contesto sociale, analizza storia lavorativa (coerenza, continuitá, spendibilitá, spazi di autonomia), condizioni di vita e aspettative per il futuro dei lavoratori flessibili, e indaga il ruolo di servizi pubblici e privati e del sindacato.
Le regioni italiane coinvolte sono: Veneto, Emilia-Romagna, Puglia, Abruzzo e Marche.
4.

Attivitá recenti

- 10 gennaio - Preganziol (TV): Verso un nuovo welfare. I diritti di cittadinanza tra disponibilitá di risorse e reale esigibilitá
- 14 gennaio - Napoli: Progetto Sud: Linee generali, strumenti e percorsi di attuazione. Seminario organizzato dal Forum permanente del Terzo settore, dalla Consulta nazionale del Volontariato, dal ConVol e CSV.Netnell'ambito del protocollo Fondazioni-Volontariato
- 19 gennaio - Lamporecchio (PT): La Carta per la Cittadinanza Sociale della Valdinievole. Convegno organizzato da: Regione Toscana; Provincia di Pistoia; Azienda Usl di Pistoia e Fondazione Zancan
- 25 gennaio - Padova: La valutazione degli outcome in geriatria
- 15 febbraio - Padova: Comitato etico regionale
5.

Zancan Formazione Srl

La Zancan Formazione promuove e diffonde una cultura sociale ispirata ai valori della solidarietá, del rispetto della dignitá dei soggetti destinatari delle politiche sociali e di valorizzazione dell'etica e delle specificitá delle professionalitá impegnate nei servizi. Svolge, in particolare, attivitá di aggiornamento, consulenza, supervisione in favore di professionisti operanti nei settori sociale, sanitario, educativo. Inoltre promuove e realizza iniziative di sperimentazione e assistenza nella progettazione e gestione dei servizi alla persona, nonché studi e ricerche. Si avvale di esperti e docenti che collaborano da anni con la Fondazione «E. Zancan» e ne condividono finalitá, valori, metodi e contenuti teorici e operativi.
Nel 2006 organizza tre corsi di formazione residenziali a Malosco (Tn):

Segretariato sociale e accesso unitario ai servizi
2 - 5 luglio
Esperti: Gianmaria Gioga, dirigente dei servizi sociali Azienda Ulss 16 di Padova, docente di Valutazione della qualitá dei servizi, Universitá di Padova. Elisabetta Neve, docente di Principi e fondamenti dei servizi sociali nel Corso di laurea in Scienze del servizio sociale, Universitá di Vereno, formatore, Venezia.

Come e perché promuovere prossimitá tra famiglie?
30 agosto - 2 settembre
Esperti: Roberto Maurizio, esperto in lavoro per progetti, ricercatore, giá giudice onorario presso il Tribunale per i minorenni di Torino, collaboratore del Centro nazionale di documentazione su infanzia e adolescenza di Firenze. Paola Milani, professore associato di Pedagogia sociale, dipartimento di Scienze dell'educazione Universitá di Padova.

Programmazione locale integrata tra piano di zona e Pat
13 - 16 settembre
Esperti: Giovanni Pilati, direttore sanitario Azienda Ulss 17, Este (Padova), esperto di programmazione integrata sociosanitaria. Franco Vernò, docente di Metodologia della programmazione, Universitá di Verona e Cattolica di Milano, esperto di formazione di operatori sociali e sanitari.

Per ulteriori informazioni:
Zancan Formazione Srl
Via Vescovado, 66 - 35141 Padova
Tel. 049 665413 - Fax 049 663013
e-mail: zancan.malosco@tin.it
6.

Abbonamento 2006 «Studi Zancan»

In omaggio agli abbonati del 2006 i primi 24 volumi, in formato cd-rom, della Collana «Scienze sociali e servizi sociali».
L'importo dell'abbonamento rimane invariato: cartaceo € 46,00; on line € 30,00; on line e cartaceo € 56,00.
Da versare sul c/c postale n. 12106357 intestato a: Centro studi e formazione sociale Fondazione «E. Zancan» - Via Vescovado, 66 - 35141 Padova.

Per consultare il catalogo delle pubblicazioni: www.fondazionezancan.it/pubblicazioni Per informazioni:
- e-mail fz@fondazionezancan.it
- tel. 049-663800
- fax 049-663013
7.

Finanziaria 2006 e 5 per mille dell'Irpef alla ricerca e al volontariato

La legge finanziaria (Legge 23 dicembre 2005 n. 266, articolo 1, comma 337) ha previsto per l'anno 2006, a titolo sperimentale, la destinazione in base alla scelta del contribuente di una quota pari al 5 per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) a finalitá di:
a. sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilitá sociale, delle associazioni di promozione sociale e di altre fondazioni e associazioni riconosciute (art. 1, comma 337, lettera a) L. 266/05);
b. finanziamento della ricerca scientifica e delle universitá (art. 1, comma 337, lettera b) L. 266/05);
c. finanziamento della ricerca sanitaria (art. 1, comma 337, lettera c) L. 266/05)
d. attivitá sociali svolte dal comune di residenza del contribuente (art. 1, comma 337, lettera d) L. 266/05).

Il contribuente, oltre a destinare l'otto per mille, a partire da quest'anno può destinare anche una quota del 5 per mille dell'Irpef, relativa al periodo di imposta 2005 (le due scelte non sono alternative).
Nei modelli di dichiarazione (CUD 2006; 730/1- bis redditi 2005; UNICO persone fisiche 2006) per destinare il 5 per mille é necessario firmare in uno dei quattro appositi riquadri e indicare il codice fiscale dello specifico soggetto cui si intende destinare direttamente la quota. É consentita una sola scelta di destinazione.

Questa premessa per dire che la Fondazione «E. Zancan» rientra tra le organizzazioni non lucrative di utilitá sociale che possono beneficiare del 5 per mille, ovvero nel primo riquadro denominato "sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilitá sociale, delle associazioni di promozione sociale delle associazioni e fondazioni". Il nostro codice fiscale é 00286760285 e va inserito nella dichiarazione dei redditi da quanti intendono destinare alle nostre attivitá istituzionali questa risorsa. É molto importante che questa possibilitá sia fatta conoscere agli amici della Fondazione e a quanti apprezzano il nostro lavoro.

Newsletters

Sostieni l'attività della Fondazione E. Zancan con una donazione

© 2002-2019 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com