1.

Il futuro é nelle nostre mani:
appunti su un mondo in trasformazione

É scaricabile dal sito (http://www.fondazionezancan.it/allegati/6/AlfredoCarloMoro.pdf) il documento di Carlo Alfredo Moro: «Il futuro é nelle nostre mani: appunti su un mondo in trasformazione».
Il documento vuole essere stimolo di riflessione per politici e pubblici amministratori che adempiono la funzione di definire le regole, di dar loro esecuzione e di distribuire e orientare le risorse; per gli operatori che ai diversi livelli hanno il compito di tradurle in quotidiana operativitá; per i cittadini attivi, singoli od organizzati, che danno immediate e dirette risposte ai bisogni delle persone.
2.

Finanziaria 2006 e 5 per mille dell'Irpef alla ricerca e al volontariato

Nella prossima dichiarazione dei redditi ogni contribuente (persona fisica) potrá destinare senza alcun costo aggiuntivo il 5 per mille dell'imposta sul reddito (IRPEF) a sostegno della ricerca di rilevante interesse sociale. La nostra Fondazione ha i requisiti previsti dalla legge ed é stata inserita dall'Agenzia delle Entrate tra i possibili destinatari di tale contributo.

Pertanto per destinare alla Fondazione Zancan il 5 per mille va posta la firma nel primo riquadro della Sezione relativa al 5 per mille, che indica: " Sostegno del volontariato, delle Organizzazioni non lucrative di utilitá sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni e fondazioni" e riportare il nostro numero di codice fiscale, che é: 00286760285.

Siamo grati a quanti vorranno destinare alla Fondazione Zancan questa risorsa, che utilizzeremo per incrementare le attivitá istituzionali, che realizziamo grazie al grande impegno e disponibilitá di molti collaboratori.

Le aree di ricerca del 2006 comprendono la tutela delle persone non autosufficienti, la personalizzazione delle risposte sociosanitarie, la valutazione di efficacia degli interventi professionali, l'attuazione dei livelli essenziali di assistenza. Grande attenzione é dedicata anche al monitoraggio dei sistemi regionali di welfare, alle politiche regionali e locali per la famiglia, alla qualificazione dell'integrazione delle responsabilitá a tutti i livelli.
3.

Civitas

Saremo presenti a Civitas dal 5 al 7 maggio con uno stand e alcuni convegni. Civitas (PadovaFiere) é una importante mostra convegno della solidarietá, dell'economia sociale e civile. Si tratta di un evento che si distingue per la peculiaritá di essere insieme salone espositivo e momento di incontro e confronto culturale e per il fatto di promuove l'incontro dei cittadini con tutti gli attori del territorio: societá civile, istituzioni e imprese.
Tratteremo i seguenti temi:

I servizi sociali offerti dai comuni del Veneto. Uno studio dell'Associazione Nazionale Pensionati
In collaborazione con l'Associazione Nazionale Pensionati
Venerdì 5 Maggio, ore 9.30 - 13.30, Sala Giotto

Forme di previdenza integrativa per chi svolge lavoro di cura
In collaborazione con la Provincia di Padova e Consigliera di Paritá
Venerdì 5 Maggio, ore 11.30 - 13.45, Sala 8b

L'Osservatorio sulle Politiche Sociali del Comune di Padova
In collaborazione con il Comune di Padova
Venerdì 5 Maggio, ore 16.45 - 18.45, Sala 8a

Lavorare da precari. Effetti psicosociali della flessibilitá occupazionale
In collaborazione con Civitas
Sabato 6 Maggio, ore 17.00 - 18.45, Piazza Civitas
4.

Martedì culturali del mese di Maggio

A partire dal mese di maggio i «Martedì culturali» propongono i risultati di ricerche, seminari di studio, sperimentazioni realizzati in diverse regioni italiane. Sono un momento di confronto di esperienze, di analisi delle tendenze in atto, di valutazione delle politiche. Sono uno spazio aperto di incontro tra operatori sociali, sanitari, educativi, amministratori pubblici, volontari, giovani interessati ad investire nel sociale.
Gli argomenti oggetto di approfondimento hanno come denominatore comune la promozione dei diritti e doveri sociali, la tutela dei soggetti deboli, la promozione della cittadinanza solidale. Nel mese di Maggio sono previsti i seguenti incontri:

- La continuitá genitoriale nei casi di famiglie separate e famiglie ricostituiite (9 maggio)
- Convivere attivamente con la cronicitá (16 maggio)
- Lavoro sociale e sanitario basato su progetti personalizzati (23 maggio)
- Servizi e famiglie con disabilitá: quali rapporti? (30 maggio)

Gli incontri si svolgono dalle ore 15.00 alle 18.00 presso la sala Polivalente, in Via Diego Valeri, 17 Padova. L'accesso e gratuito e viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Segreteria organizzativa:
Fondazione E. Zancan, Via Vescovado, 66 - 35141 Padova -
tel. 049663800 fax 049663013 -
e-mail: fz@fondazionezancan.it.
5.

Exposanitá a Bologna

Assieme alla Fondazione Santa Clelia Barbieri di Vidiciatico (BO) dal 25 al 28 maggio parteciperemo alla Mostra internazionale al servizio della sanitá e della salute (Exposanitá) con due convegni:

Un'etica condivisa al servizio delle persone: la carta etica delle professioni
Venerdì 26 Maggio, ore 9.00 - 13.00, Bologna

Il management etico: costo o risorsa?
Sabato 27 Maggio, ore 9.00 - 13.00, Lizzano in Belvedere (Bo)

Gli obiettivi degli incontri sono quelli di promuovere la riflessione sulla centralitá della persona, sull'etica quale valore strategico e operativo; sulla promozione del benessere dell'individuo e dell'efficacia organizzativa, partendo dall'imprescindibile promozione di un'etica condivisa.
Nell'ambito del convegno di venerdì 26 maggio sará presentato il Centro studi e formazione permanente per professionisti dei servizi alla persona della Fondazione Santa Clelia Barbieri.
6.

Lavorare da Precari.
Effetti psicosociali della flessibilitá occupazionale

Il volume (a cura di: Guido Sarchielli, Elisabetta Mandrioli, Augusto Polmonari e Tiziano Vecchiato) affronta gli effetti della flessibilitá e precarietá del lavoro.
Il lavoro non é semplicemente una delle tante attivitá della persona, ma é lo strumento per garantire alla maggioranza dei cittadini l'autonomia economica, per progettare la propria vita a livello individuale e familiare e per esplicare la propria creativitá.
Quando il lavoro viene a mancare, o si presenta incerto, precario, sottopagato, o quando la persona é costretta a lavori umili, degradati rispetto alla sua preparazione e professionalitá, é la vita e la dignitá che risultano compromesse. Viene meno anche l'uguaglianza dei cittadini, sancita dalla Costituzione; diminuisce il senso di appartenenza e la volontá di contribuire alla realizzazione del bene comune.
La flessibilitá e la precarietá del lavoro divengono sempre più frequentemente una normale componente della vita economica e sociale. Talvolta esse vengono presentate come un traguardo positivo, perché consentono comunque di uscire momentaneamente dall'inoccupazione e dalla disoccupazione. Ma si dimentica che tanti lavori precari non costituiscono una sicurezza per il futuro; al contrario, pongono le basi per una previdenza incerta e per una vecchiaia ancor più precaria.

Il profilo del lavoratore flessibile con alcuni nodi critici emersi dalla ricerca é descritto nel comunicato stampa del 16 marzo (http://www.fondazionezancan.it/news/view/26)
7.

Attivitá recenti

- 13 marzo - Padova: "Le cure intermedie: un nuovo approccio culturale al paziente anziano". Convegno organizzato con il patrocinio dell'Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Padova, della Societá italiana di chirurgia e geriatria, della Societá italiana di gerontologia e geriatria. In collaborazione con la scuola di specializzazione in geriatria e il dottorato di ricerca in scienze geriatriche ed ematologiche.
- 16 marzo - Roma: presentazione dei risultati della ricerca qualitativa sugli effetti esistenziali e psicologici della flessibilitá del lavoro, e del documento "Orientamenti etico-politici per una societá in evoluzione e riflessi sullo stato sociale".
- 22 marzo - Treviso: il lavoro sociosanitario ed educativo con i minori e le famiglie in situazione di multiproblematicitá. Incontri di studi organizzati in collaborazione con l'Ulss 9.

Newsletters

Sostieni l'attività della Fondazione E. Zancan con una donazione

© 2002-2019 tutti i diritti riservati - Fondazione Emanuela Zancan Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale
via del Seminario, 5/A - 35122 Padova (PD) - Italy
CF e PI 00286760285
nota legale | credits: 4webby.com